Bologna – JUVENTUS 1 a 2: E ORA TESTA A CARDIFF

Posted on: 27 maggio 2017, by :
Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

La partita che chiude il campionato è ora un’amichevole in vista del gran finale che attende i torinesi. Il più tiepido dei tifosi conta i giorni che mancano a Cardiff, quello più appassionato le ore e i minuti. Allegri mantiene la calma, annuncia qualche cambio per la trasferta di Bologna e tiene tutti sulla corda, annunciando solo il debutto del giovane Audero, indonesiano classe ’97 e terzo portiere dei torinesi.

Alla fine sono in tanti a riposare, non la coppia di attaccanti argentini, mentre ritrova il campo Khedira dopo le noie muscolari che lo han tenuto fermo da Monaco. L’esterno di Destro all’undicesimo è impreciso, un minuto e Dybala non trova la deviazione sul cross sottoporta di Alex Sandro. Il ritmo non è sostenuto, il gran caldo si fa sentire e le squadre non si spremono troppo. Dybala in percussione serve Sturaro, il centrocampista è in fuorigioco e la rete non vale.

Higuain è spalle alla porta, si gira in un fazzoletto ma il suo destro è debole. Krafth salva su Sturaro servito ottimamente da Khedira, il destro di Higuain dalla distanza sfiora il palo lontano e chiude un primo tempo bruttino.

L’inserimento di Khedira apre la ripresa, Higuain lo serve con un tocco tra le linee delizioso ma il tedesco arriva sul pallone come può e la palla sfila sul fondo. Pochi minuti e Taider si inventa un destro a giro meraviglioso, Audero non può far nulla e il Bologna va in vantaggio.

Prova a scuotersi la Juventus, ci provano Dybala in corsa e Higuain al volo, solo il secondo guadagna il corner. La partita è ora più intensa, Pjanic e Mandzukic rilevano Marchisio e Khedria, Higuain lanciato in porta è anticipato da Da Costa, poi la sua girata di testa è debole e il portiere para facile.

Controllo di destro e sinistro liftato di Dybala, Da Costa vola e devia in corner in uscita. Un minuto e Pjanic scodella in area, Benatia prolunga di testa e Higuain batte a colpo sicuro. Sulla respinta del portiere si avventa Dybala che scaraventa la palla sotto la traversa per l’1 a 1.

Il giovanissimo Kean per La Joya quando mancano dodici minuti al triplice fischio,  la punizione di Viviani è insidiosa ma non inquadra la porta. Manca un soffio, Pjanic telecomanda sul la punizione guadagnata da Mandzukic,  chi sbuca dalla marea di maglie tutte ammassate in area è Kean che, con una testata sul palo lontano, supera il portiere e libera tutta la sua gioia con una fuga sotto la curva. Gioco, partita, incontro con il primo gol di un 2000 nel campionato italiano.

Finice così, la Juventus chiude con 91 punti in classifica e ora può concentrarsi completamente all’appuntamento più importante della stagione e non solo. Cardiff è dietro l’angolo, la Juventus è prontissima e farà di tutto  per regalare al suo popolo un sogno mai così tanto desiderato.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi