Cagliari – JUVENTUS 0 a 2: La capolista non molla

Posted on: 12 Febbraio 2017, by :
Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

La trasferta di Cagliari non va in alcun modo sottovalutata, tanto più se si tiene conto delle vittorie di Napoli e Roma nella giornata di campionato.Allegri insiste con il 4 2 3 1 che negli ultimi tempi ha visto una Juve più effervescente davanti e sicura lì dietro, risparmiando Pjanic, rimpiazzato nell’occasione da Marchisio.

Mandzukic al minuto sette ha l’occasione giusta sul cross di Cuadrado. Pisacane lo anticipa. Il Cagliari è coraggioso, Barella scappa a Chiellini e viene falciato al limite dell’area. Giallo per il bianconero e punizione di Bruno Alves alta di poco. Il vento disturba non poco il gioco, la Juventus fa fatica a trovare le misure e il ritmo giusto e i primi 35 minuti filano via senza emozioni, mentre Chiellini lascia il campo per problemi fisici a Rugani.

E nell’unica vera occasione da rete, la Juve passa. Marchisio alza la testa e verticalizza per Higuain scattato sul filo dell’off-side. Il Pipita fa scorrere esternamente la sfera e senza guardare il portiere l’accarezza di quel tanto da scavalcarlo in uscita. E’ il vantaggio che sblocca la partita resta invariato fino al riposo.

Servono solo due minuti della ripresa alla Juventus per mettere i tre punti sul binario per Torino. Higuain aziona la fuga di Cuadrado, il quale corre a perdifiato nello spazio, si gira su se stesso e serve Dybala in orizzontale. L’inserimento del Pipita al termine di settanta metri in apnea è premiato dal tocco smarcante della Joya, tre passi e schiaffo alla palla di mezzo collo che sfila sotto la pancia di Rafael per il raddoppio.

Dosa ora le energia la Juventus, gli isolani provano inutilmente a scardinare la difesa bianconera, provando poi soluzioni dalla distanza. Pjanic rileva Marchisio e tempo tre secondi si becca un calcione da Barella. Doppio giallo per il cagliaritano e padroni di casa in dieci. Seppur in inferiorità numerica, gli uomini di Rastelli ci provano ugualmente. La botta di Pisacane d’esterno è all’angolino, Buffon si distende e devia in corner con la mano aperta in maniera prodigiosa.

Ma la partita è segnata e nel finale la traversa nega il tris a Mandzukic esibitosi in un efficace colpo di testa in avvitamento. Sulla ribattuta del legno, l’incredibile parata di Rafael sul colpo di testa in tuffo di Dybala chiude la partita. Al Sant’Elia, la Juventus vince in tutta sicurezza al termine di una partita controllata e tocca 60 punti in classifica, frutto delle venti vittorie fin qui conseguite.

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi