Juan Gullermo Cuadrado

Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Cuadrado

Ecco cone Juan Gullermo Cuadrado diventa calciatore.

Quando ero piccolo ho vissuto momenti terribili. Nel mio villaggio in Colombia entravano sempre gruppi armati, mettendo a ferro e fuoco il villaggio e io mi rifugiavo sempre sotto il letto. Una di quelle volte, quando usci da sotto il letto scoprii che mio padre era stato ucciso. Fu lì che decisi di dover dare una svolta alla mia vita. Mia madre per mantenermi lavorava in una piantagione di banane per pochi soldi. Cominciai così col dare  calci a qualsiasi cosa avessi sotto i piedi. Dovevo a tutti i costi diventare un giocatore professionista. Solo per lei.

Cuadrado

Lascia un commento