JUVENTUS – Barcellona 3 a 0: COL FENOMENO DYBALA E’ GRANDE JUVE

Posted on: 11 aprile 2017, by :
Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Ci siamo, il Barcellona di Lionel Messi scende per la prima volta sul prato dello Juventus Stadium per la gara di andata dei quarti di finale di Champions League. Allegri recupera Mandzukic, scioglie l’ultimo dubbio della vigilia e promuove Alex Sandro come quarto di sinistra nel 4 2 3 1 contrapposto al 4 3 3 dei catalani.

Pressa alto la Juventus all’avvio, Iniesta stende Dybala e Gonzalo stacca centrale sul calcio piazzato di Pjanic. Qualche giro di lancetta e Cuadrado terrorizza Mathieu a destra con una serie di doppi passi per poi porgere la sfera a Dybala in piena area. Palla a terra e spalle alla porta, l’argentino si produce in una giravolta spaziale e con un sinistro chirurgico infila il palo lontano. Juve 1 Barcellona 0.

Il Barcellona accusa il colpo, i bianconeri si placano solo qualche minuto per poi riprendere a salire sui portatori di palla spagnoli.

Messi inventa una linea impossibile e Iniesta si ritrova tutto solo davanti a Buffon. Il portierone resta in piedi, lo ipnotizza e ci arriva con la punta dei guantoni salvando in corner. Sul rovesciamento di fronte, Mandzukic da sinistra invita il sinistro fulminante di Dybala sul palo vicino. Ter Stegen può solo smanacciare e la Juventus fa 2 a 0.

Lo Stadium esplode, ma la Juventus non deve distrarsi. Messi scippa palla a Khedira, per fortuna Sarez è in fuorigioco e il gol non vale. La fitta rete di passaggi degli ospiti mette alla frusta l’organizzazione difensiva di Bonucci e compagni, la Juve ora non riesce più a ripartire, costruendo solo un tiro in curva di Pjanic su servizio di Cuadrado. Chiellini per poco non infila Buffon sulla girata di testa in tuffo di Suarez e il tempo si chiude con un’altra occasione dei bianconeri. Higuain ci prova di sinistro, il portiere con fatica riesce a sventare. Una gran bella Juventus va al riposo col doppio vantaggio.

L’inizio del secondo tempo è scoppiettante. Higuain si defila in area, il suo cross è preda degli avversari, Messi ha l’occcasionissima ma la spreca malamente, la sventola di Khedira sfiora l’incrocio, quindi la stoccata di Iniesta è fuori misura. La partita è bellissima e le occasioni fioccano. Higuain ha la palla giusta, sprecata con un destro troppo molle per impensierire il portiere poi, lanciato in porta, tutto solo spreca tra le braccia del Ter Stegen.

E’ il momento della Juventus. Minuto 55: Bonucci guadagna un corner in mischia, Pjanic telecomanda la sfera sul testone di Chiellini, il quale vince il corpo a corpo con Mascherano. Carambola sul palo e palla in rete per il tre a zero per la Juve.

La reazione del Barcellona è la solita, possesso palla imbarazzante e palla a Messi fuori area. Il tema dei bianconeri è svolto alla perfezione: accerchiamento della pulce, contenimento di Suarez, annientamento di Neymar e palla da allontanare al più presto. Il taglio di Suarez sfugge alla regola, la palla di Messi è col contagiri, il destro incrociato va fuori di nulla.

Preme il Barcellona, ma la Juve non resta a guardare. Khedira è fermato per un fuorigioco che non c’è, due minuti e si vede negata una punizione sacrosanta beccandosi un giallo assurdo. Ultimi minuti col cuore in gola e un triplo vantaggio da difendere con le unghie e con i denti. La punizione di Messi si infrange sulla barriera, Chiellini salva sull’incursione di Neymar e fa muro su una fucilata dai 18 metri. Non c’è più tempo. Una Juventus maestosa stampa un 3 a 0 al Barcellona dei tre tenori e guarda con fiducia alla gara di ritorno del 19 aprile.

 

Lascia un commento

Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. MAGGIORI INFORMAZIONI

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi