La prima crudeltà del calcio mercato

Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Lo disse chiaramente Enzo Sclavi. Lo disse così chiaramente che non avrebbe la Lazio per nulla al monodiche sembrò quasi una condanna sfilargli la maglia biancoceleste. Quando durante la campagna acquisti del 1925 si seppe che Edoardo Agnelli stava cercando di portarlo a Torino e che la Lazio stava traballando, Enzo implorò i suoi dirigenti: Datemi solo da mangiare e resto con voi. Niente da fare. Scavi lasciò in lacrime la capitale e per mesi la nostalgia lo assalì. Guardava le pianure imbiancate del Piemonte e ripensava ai colli fioriti. Ci volle quasi un anno per vedere migliorare le cose. Pian piano Enzo si lasciò indietro il passato romano, si ambientò e capì come non farsi spaventare dalla nebbia e dalla neve. Portarlo via dalla Lazio comunque, passerà nella storia come una delle prime crudeltà del calcio mercato.

1001 storie e curiosità sulla grande Juventus che dovresti conoscere” pubblicazione di Claudio Moretti da cui si è tratto il presente aneddoto, che riguardano episodi ed aneddoti della gloriosa società Juventus.

Lascia un commento