Archivi tag: bologna

La prima di Audero, il primo di Kean

Immagini dell’ultima partita di campionato, rivelatosi un bella sgambata in vista di Cardiff, contro il Bologna. Ottimo allenamento che ha visto l’esordio di Emil Audero tra i pali e uno spezzone di partita per il 2000 Moise Kean. Quest’ultimo ha frantumato un altro record, ha segnato il gol del 1-2 nei minuti di recupero di una partita senza significato; il primo nato in questo secolo a segnare un gol in serie A.

Riviviamo le mozioni, a dir il vero assai poche, attraverso le immagini della partita di ©fotodileo.

Juventus-Bologna 3 a 0

L’8 gennaio 2017, nel posticipo dell’ultima giornata di campionato, la Juventus è ancora capolista solitaria in classifica, benché la seconda e tutte le altre (tranne il Milan) abbiano giocato due partite in più. Buffon è indisponibile e gioca Neto, torna Barzagli, Lichtsteiner e Asamoah sono gli esterni e Dybala è nuovamente tra i titolari al fianco del connazionale Higuain. Con Pjanic alle loro spalle, per un 4 3 1 2 riproposto da Allegri dopo la deludente prova di Doha. E la Juve parte forte, sospinta da un Pjanic ispirato e lasciato troppo libero di inventare. Sette minuti e di gioco e il bosniaco, presa palla sulla trequarti, scucchiaia un gran pallone verso il centro dell’area. Higuain si coordina in corsa e gira al volo dall’altezza del dischetto un pallone che Mirante non trattiene per il vantaggio dei bianconeri. Lo stacco di Higuain sul traversone di Khedira da destra sfila sul fondo e il raddoppio sfuma. Il Bologna non resta a guardare e, sospinto dalla buona vena di Masina e Di Francesco, cerca di impensierire la retroguardia dei torinesi. L’attaccante va via tutto solo, rientra sul destro e impensierisce Neto dal limite dell’area. I bianconeri non sottovalutano l’avversario e quando questi ultimi hanno la palla, restano concentrati aspettando con giudizio il colpo giusto. Che arriva in chiusura di tempo. Sturaro entra in area ed è steso da Oikonomou.

Dybala spiazza Mirante dal dischetto e firma il bis. Solo nove della ripresa e Lichtsteiner triangola con Khedira e, giunto sul fondo, crossa morbido sul palo lontano. Higuain è spietato e tutto solo schiaccia di testa in rete la palla del 3 a 0.

La partita è in ghiaccio, Cuadrado rileva l’ottimo Pjanic e scappa via a destra, Khedira la accarezza per Dybala, sinistro alle stelle. La standing ovation saluta la prestazione di Higuain, sostituito da Mandzukic, quindi il debutto per El General Rincon al posto di un buon Khedira. Ma non cambia più nulla e il rotondo 3 a 0 rifilato ai felsinei regala il punto n. 45 di una classifica che parla sempre e solo bianconero.

di @robertosavino10

Tutto semplice nel campionato scorso

JUVENTUS – BOLOGNA 3 a 1 (7a di Campionato 2015-16) Rispettando l’annuncio della vigilia, mister Allegri propone per la prima volta in stagione l’undici titolare della partita precedente ed anche stavolta la Juventus difende con 4 uomini ma, quando ha la palla, ne lascia solo tre lì dietro. L’inizio è promettente, Morata parte in progressione, poi sciupa tutto per egoismo. Rovesciamento di fronte e Chiellini si addormenta sulla palla di Masina da tre quarti, Mounier lo anticipa e gira in porta sorprendendo un incerto Buffon. Lo 0 a 1 è una vera doccia fredda per i bianconeri. Tanta tensione per il timore di un crollo, invece da qui in avanti i bianconeri dominano letteralmente la partita, chiudendo gli ospiti nella loro area alla ricerca del pari. Sospinti da un gran bel Khedira e dalla vena ispirata di Cuadrado e Dybala, i torinesi finalmente raggiungono il pari quasi allo spirare del tempo. Khedira arriva sul fondo e crossa basso, Gastaldello sporca la traiettoria e la palla s’impenna sulla testa di Morata, tutto solo a centro area, lesto a girarla alle spalle di Antonioli.

E’ l’1 a 1 con cui si va al riposo e quando riprende il gioco lo spagnolo è nuovamente protagonista, prima in negativo, ciabattando a lato da favorevole posizione un pallone donatogli da Cuadrado, portentoso nella percussione a velocità supersonica che sorprende tutti sul lancio perfetto di Khedira. Poi in positivo, quando sul traversone da destra di Barzagli, è cinturato da Ferrari.

E’ rigore, Dybala è implacabile, spiazza Antonioli e fa 2 a 1. Il Bologna è “non pervenuto” e capitola ancora quando il cronometro fissa il minuto 63. Morata, sempre lui, cerca da sinistra Khedira sul palo lontano. Il tedesco è favoloso nel piazzare la palla con la testa di giustezza nell’angolo opposto e chiude la partita!

Un netto 3 a 1 in rimonta vale la prima vittoria interna in un campionato sempre in salita. Con otto punti ora la Juventus è a centro classifica, sempre a meno dieci dalla prima (la Fiorentina solitaria) e attesa dopo la sosta per la nazionale dalla trasferta di Milano, sponda Inter, oggi otto punti più in alto, per una partita che è un vero crocevia per le ambizioni in Campionato di una squadra che appare in ripresa.