Nascita della maglia bianconera

Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

Tutto inizio con una camicia bianca. Questa fu la prima vera uniforme della Juventus. Pochi anni dopo, nel 1899, la squadra scelse un nuovo colore per le maglie sociali: la divisa ufficiale divenne divenne una casacca rosa. Il motivo fu una semplice casualitàpfù che una scelta ponderata. Il padre di uno dei fondatori della Juventus, infatti, è un industriale tessile e si ritrova delle rimanenze di magazzino da sfruttare. Tante pezze di colo rosa da cui si confezionano le nuove camicie con il colletto bianco alle quali si abbina un singolare cravattino. Passano altri quattro anni e nel 1903 la juve arrivò ai suoi colori definitivi. A quel tempo tra i soci e i giocatori juventini c’erano tanti ragazzi inglesi. Il calcio, d’altronde, l’avevano inventato loro da pochi anni. Tra questi c’era anche John Savage, un commerciante all’ingrosso di prodotti tessili. Fu lui a fare partire l’ordine per una fabbrica di Nottingham. Dall’Inghilterra spedirono le magliette della squadra locale, il Notts County. Nacque così la maglia a strisce verticali bianche e nere della Juventus.

1001 storie e curiosità sulla grande Juventus che dovresti conoscere” pubblicazione di Claudio Moretti da cui si è tratto il presente aneddoto, che riguardano episodi ed aneddoti della gloriosa società Juventus. Immagine tratta dal web.

Nella foto, il piccolo Trezeguet

Lascia un commento