Nascita di una squadra

Condividi il post su
Facebooktwittergoogle_plusmailFacebooktwittergoogle_plusmail

L’ottocento deve ancora finire quando a Torino c’era una sola bottega  di un appassionato di football; si chiama Jordan. E’ lì che una dozzina di ragazzi comprano un pallone di cuoio giallo. E’ un vero tesoro per loro: Un tesoro costato 12 Lire. Il primo novembre 1897 è il gran giorno in cui prende forma l’idea di un club calcistico, un’idea  che da tempo aleggiava nelle menti di quei ragazzi. Grazie ad una sudata collettiva, escono dalla bottega di Jordan con il grande acquisto. Ora c’è il protagonista, il pallone, bisogna organizzare tutto il resto. La prima riunione è fissata è fissata per il pomeriggio stesso a Corso Umberto numero 42, nel retro dell’officina di biciclette messo a disposizione dai fratelli Canfari, i più entusiasti promotori del progetto. I convenuti sono una quindicina, una ventina ala massimo. Il più vecchio non ha neppure 17 anni. Ma il gruppo si screma fisiologicamente non appena viene fissata la quota per i soci. Una Lira al mese. Per alcuni è davvero troppo, e per una sola lira non entreranno nel gruppo dei primi soci della Juventus Football Club.

“1001 storie e curiosità sulla grande Juventus che dovresti conoscere” pubblicazione di Claudio Moretti da cui si è tratto il presente aneddoto, che riguarda le origine della gloriosa società Juventus.

Lascia un commento